Il Bagno: una vera arma terapeutica

Comitato scientifico di NBF-Lanes con la collaborazione del dr. M. Cornelli - Siziano (Pavia) - 21/06/2007

 

L`igiene del cane e la pulizia del suo mantello, ottenuta attraverso bagni e toelettature, sono da sempre argomento di controversie e discussioni; vero è che, disponendo di circa 400 razze, risulta praticamente impossibile fornire indicazioni semplici e adattabili a tutto il panorama canino internazionale: la lunghezza, la tessitura del pelo e l`impiego di un Pastore maremmano, niente hanno che a che vedere con le condizioni di vita di un Bassotto a pelo raso o con quelle di un Welsh terrier!

 
 

Allontanare le impurità per sanificare la cute
Premessa
L`igiene del cane e la pulizia del suo mantello, ottenuta attraverso bagni e toelettature, sono da sempre argomento di controversie e discussioni; vero è che, disponendo di circa 400 razze, risulta praticamente impossibile fornire indicazioni semplici e adattabili a tutto il panorama canino internazionale: la lunghezza, la tessitura del pelo e l`impiego di un Pastore maremmano, niente hanno che a che vedere con le condizioni di vita di un Bassotto a pelo raso o con quelle di un Welsh terrier!
Proprio per questo, è opportuno operare una distinzione tra gli aspetti cosmetici e quelli curativi attribuibili al "Bagno".
Caratteristiche della Cute Canina
Il pH medio della cute canina è neutro; tuttavia esistono delle escursioni nel suo valore che vanno da 6.2 a 8.6, variando in funzione della regione corporea del soggetto e della razza di appartenenza.
Il contenuto idrico dell`epidermide, ovvero della porzione superficiale della cute, dipende dalla produzione (n.d.r.: a dire il vero minima) di sudore e dell`acqua che passa attraverso l`epidermide stessa.
Il corretto equilibrio tra acqua, sebo e sali minerali, il cosiddetto "film idrolipidico" (derivante dal sudore), permette alla pelle di mantenere la propria elasticità e di tenere sotto controllo le popolazioni di microbi e quelle fungine che popolano la cute.

Purtroppo, nel cane, a differenza che nelle altre specie animali, questo film non sigilla i follicoli piliferi, che restano beanti e più soggetti ad attacchi da parte di batteri e lieviti patogeni.
Questa è forse un`altra ragione per cui i cani sono più soggetti di altre specie a follicoliti batteriche e infezioni follicolari da Malassezia.
(tratto da "Microambiente cutaneo e animali da compagnia", Relaz.
Dr.ssa F.
Scarampella al Corso teorico-pratico "Ambiente Animali e Cute" - Fac.
Med.
Vet.
dell`Università degli Studi di Napoli Federico II - 6/7 dic.
2002)
Lavaggio Igienico/Cosmetico
La frequenza delle operazioni igieniche del bagno, a cui sottoporre il cane, dipende da molteplici fattori sostanzialmente riconducibili a:
- Razza (lunghezza del pelo, caratteristiche cutanee)
- Età (cucciolo, adulto, anziano)
- Ambiente abituale (interno/esterno)
- Frequentazione di locali in comune con l`uomo
- Stagionalità (clima, manifestazioni espositive)
Ciò vale sia per i soggetti ancora presenti in allevamento sia per quelli già collocati presso i privati.
A questo proposito, oltre alle indicazioni alimentari e alle raccomandazioni sul comportamento animale, è necessario che gli allevatori sottolineino l`esigenza di curare la salute della cute e del mantello, mediante bagni periodici e l`uso di shampoo adatti.
A tale proposito, poichè in commercio esiste un`offerta estremamente variegata di prodotti, è consigliabile indirizzarsi su quelli con un pH leggermente acido (es.; pH 6,5), poichè non alterano le difese cutanee e conferiscono al pelo un aspetto lucente e sano: le squame superficiali dei peli, se sottoposte all`azione di detergenti neutri o debolmente alcalini, tendono ad aprirsi, rendendo il mantello opaco e ispido al tatto.
Lavaggio Curativo
In questa categoria rientrano i cosiddetti "bagni medicati".
Con questa definizione si intendono le applicazioni di detergenti (shampoo) ai quali sono state aggiunte particolari sostanze da veicolare, in modo consistente, a diretto contatto della cute.
Nella maggior parte dei casi, si tratta di prodotti antiparassitari destinati a combattere la presenza di parassiti esterni, soprattutto quando il loro numero è massiccio ed è necessaria un`azione di forza!
I principi attivi possono già essere miscelati alla base saponosa (a concentrazione fissa), oppure separati (a concentrazione variabile) e applicati sul cane prima del risciacquo definitivo; questo ultimo tipo di trattamento, proprio per la possibilità di variare la quantità di principio attivo (n.d.r.: adatto a parassitosi tenaci e difficili da debellare come le rogne), richiede una buona esperienza dell`operatore al fine di scongiurare potenziali intossicazioni.
In ogni caso è importante l`uso di guanti protettivi e, dopo aver lasciato agire il preparato per qualche minuto, effettuare un risciacquo prolungato dell`animale, eliminando ogni residuo dalla cute.
Shampoterapia Antiallergica
In tutte le manifestazioni allergiche, prima ancora di instaurare un qualsiasi protocollo terapeutico o preventivo, è fondamentale allontanare il paziente dalla fonte allergica stessa.
Così come nelle forme respiratorie si evita di mettere l`interessato a contatto con polveri sensibilizzanti e nelle forme alimentari si bandisce dalla dieta l`alimento incriminato, nelle forme cutanee da contatto è obbligatorio diluire rapidamente la quantità di allergene presente sulla pelle: mediante un lavaggio tempestivo e abbondante.
Episodi di grattamento selvaggio, con insorgenza improvvisa, stanno a testimoniare l`avvenuta localizzazione cutanea di:
- Prodotti irritanti applicati (profumi, deodoranti, shampoo impropri, ecc.)
- Parassiti cutanei (pulci), insetti o larve (formiche, larve di Processionaria)
- Materiali rinvenuti casualmente, anche in ambito domestico (solventi chimici, detersivi, disinfettanti, piante)
Tuttavia, le sostanze che scatenano prurito intenso non devono necessariamente giungere dall`esterno: è noto come la cute sia un organo bersaglio di molte forme tossico-irritativo-allergiche di provenienza endogena, ovvero proveniente dall`interno dell`organismo stesso (es.: forme atopiche).
Di fronte a una casistica tanto vasta, soprattutto, in presenza di dubbi diagnostici o quando è necessario attendere i risultati di laboratorio, un trattamento locale consente di guadagnare tempo e di dare sollievo all`animale; si evitano così pericolose complicazioni e la comparsa di lesioni da autotraumatismo.
Caratteristiche Ideali di uno Shampoo Antiallergico
Anche se sono note le debolezze di alcune razze, per quanto concerne i problemi correlati all`allergia da contatto non esistono differenze significative tra loro; tuttalpiù si può ipotizzare che qualche soggetto manifesti una minor resistenza agli attacchi esterni, verosimilmente correlata a un equilibrio cutaneo più labile e, quindi, più difficile da preservare.
Comunque, i prodotti d`elezione devono essere di pronto effetto, risolutivi nonchè ad ampio spettro, al fine di donare protezione a una cute già stressata e ristabilire velocemente l`equilibrio violato, indipendentemente dalle cause che hanno scatenato la manifestazione.
La risposta a queste condizioni richiederebbe un prodotto con questi punti di forza:
- Un`azione detergente, che non irriti (assenza di laurilsolfato)
- Un pH leggermente acido pH 6.5
- Un`azione antipruriginosa e/o antinfiammatoria
- Un effetto emolliente per mantenere l`umidità della cute e conferirle flessibilità
- Un`azione antisettica a guardia delle infezioni batteriche e/o fungine che, in queste occasioni, possono sfuggire al controllo e propagarsi pericolosamente
In realtà, nella pratica quotidiana, è possibile ritrovare nella linea topica di Ribes Pet gran parte degli elementi e dei requisiti precedentemente enumerati.
Ad esempio, nello Shampoo-Balsamo, ritroviamo l`Octopirox con funzione antibatterica e antifungina, l`acido 18- Glicirretico per combattere il prurito e l`infiammazione, nonchè gli Acidi Grassi omega-6 e omega-3 deputati a normalizzare il contenuto di lipidi tra i corneociti (cellule dell`epidermide) e a limitare la disidratazione e la secchezza cutanea.
La presenza di mentolo, poi, esercita un`azione rinfrescante a cui segue un`immediata sensazione di benessere per l`animale.
Qualora fosse necessario concentrare l`attenzione su particolari punti della cute, si può ricorrere all`Emulsione-Dermatologica Ribes Pet che, pur avendo le stesse proprietà curative dello shampoo, non necessita di acqua e lavaggi ma consente di erogare la quantità necessaria di principi attivi, direttamente sull`area interessata.